• Avviso
  • SI COMUNICA CHE IL GIORNO 16 AGOSTO GLI UFFICI DEL CONSORZIO RIMARRANNO CHIUSI
  • Cos'è la Bonifica Renana
  • Il Consorzio della Bonifica Renana, è persona giuridica di diritto pubblico che, in virtù delle norme nazionali e regionali assicura, in regime di sussidiarietà con gli enti locali, la regimazione e il corretto allontanamento dell'acqua di pioggia, mantenendo il presidio idrogeologico in montagna e curando la propria rete idraulica in pianura. La Renana, autorità idraulica competente, opera all'interno del proprio comprensorio situato nel bacino del fiume Reno. La sua funzione principale è garantire, attraverso il proprio reticolo idrografico artificiale, il corretto deflusso delle acque piovane provenienti dalle aree agricole ed urbane. Questa attività protegge il territorio dai rischi di allagamento e alluvione, sempre più elevati a causa della crescente urbanizzazione dei suoli e degli evidenti cambiamenti climatici. Il Consorzio è istituzione che opera in regime di autogoverno da parte della rappresentanza dei consorziati, attraverso un Consiglio di Amministrazione composto da 24 rappresentati eletti dai contribuenti e 3 delegati dei Comuni interessati. A sua volta il Consiglio elegge un Comitato Amministrativo composto da 5 membri di cui 1 viene nominato Presidente. L'attività amministrativa è sottoposta alla valutazione di un Collegio dei Revisori, composto da 3 professionisti, e gli organi vengono eletti dai consorziati ogni cinque anni.

    Il comprensorio di competenza della Bonifica Renana corrisponde a 341.953 ettari, pari a 3.419 chilometri quadrati di cui il 42% in pianura ed il 58%in montagna. 248 mila sono i consorziati proprietari di immobili cioè di terreni e fabbricati presenti nel comprensorio di bonifica. L'area coinvolge 68 comuni in 7 province ed il confine è individuato dal bacino idrografico di scolo del fiume Reno.
  • Perché si paga il contributo
  • La legge regionale n. 42 del 1984 stabilisce che tutti i proprietari di fabbricati e terreni ricadenti nel bacino idraulico del Consorzio contribuiscano alle spese di esercizio e manutenzione delle opere necessarie alla sua salvaguardia. La Renana presidia i suoli che scolano nel fiume Reno situati tra i torrenti Samoggia e Sillaro: si tratta di aree a scolo naturale e di aree depresse, le cui acque vengono immesse nel fiume Reno solo grazie agli impianti di sollevamento del Consorzio. In montagna, la legge regionale assegna alla Bonifica le funzioni di vigilanza e monitoraggio e la Renana collabora costantemente con gli enti locali per la progettazione e la realizzazione di opere a difesa di versanti e rii secondari, in un ottica di prevenzione ed arginamento del dissesto idrogeologico diffuso.
  • Come si calcola il contributo
  • Il contributo si basa sul beneficio derivante dall'attività idraulica. In pianura, il beneficio idraulico consiste nell'attività di raccolta ed allontanamento delle acque di pioggia, per prevenire esondazioni ed allagamenti e nella distribuzione di acqua per usi produttivi. Il contributo si calcola applicando il piano di classifica (validato dalla Regione) che assegna a ciascun immobile il valore del beneficio, sulla base dei seguenti parametri: - numero e caratteristiche delle opere idrauliche connesse (impianti di sollevamento meccanico e reticolo idrografico artificiale); - altimetria e grado di impermeabilizzazione delle superfici; - superficie e rendita catastale dell'immobile.
email: segreteria@bonificarenana.it  ∴  Tel. +39-051-295111  ∴  Fax +39-051-295270  ∴   Posta certificata: bonificarenana@pec.it