1
3
2

Il Consorzio: per saperne di più

Il Consorzio della Bonifica Renana è persona giuridica di diritto pubblico che, in virtù delle norme statali e regionali, assicura la regimazione e il corretto allontanamento dell’acqua di pioggia, mantenendo il presidio idrogeologico in montagna e curando l’esercizio e la manutenzione della propria rete idraulica in pianura.

La Bonifica Renana, autorità idraulica competente, opera all’interno del proprio comprensorio situato nel bacino del fiume Reno. La sua funzione principale è garantire, attraverso il proprio reticolo idrografico artificiale, il corretto deflusso delle acque piovane provenienti dalle aree agricole ed urbane. Questa attività protegge il territorio dai rischi di allagamento e alluvione, sempre più elevati a causa della crescente urbanizzazione.

Il Consorzio opera in regime di autogoverno esercitato dalla rappresentanza dei consorziati, attraverso un consiglio di amministrazione – con mandato quinquennale – composto da 20 rappresentanti eletti dai contribuenti e 3 delegati dei Comuni ricompresi nel comprensorio. A sua volta il consiglio elegge un comitato amministrativo composto da 5 membri fra i quali un presidente e due vicepresidenti. L’attività amministrativa e contabile è sottoposta alla vigilanza di un collegio dei revisori, mentre la Regione vigila sulla congruità delle delibere assunte rispetto alla legge regionale.

L’attività consortile è disciplinata dalla legge regionale n. 42 del 1984, aggiornata nel 2012, la quale stabilisce che tutti i proprietari di immobili (terreni e fabbricati) situati nel comprensorio del Consorzio contribuiscano alle spese di esercizio e manutenzione del complesso sistema di bonifica.

Bonifica Renana: cos'è e cosa fa?

La Bonifica Renana aderisce al sistema di bonifica regionale, nazionale ed europeo:  

 
 
 
 
Risultato
  • 0
(0 valutazioni)