1
3
2

dettaglio della notizia

Questa è la pagina di approfondimento della notizia che hai scelto.

Permane la criticità idraulica nel comprensorio a seguito delle rotte dei torrenti regionali
notizia pubblicata in data : sabato 20 maggio 2023
Permane la criticità idraulica nel comprensorio a seguito delle rotte dei torrenti regionali

A seguito dell'enorme quantità di acque appenniniche esondate nei giorni scorsi e che ancora oggi sono presenti sulla bassa pianura, attraverso le rotte dei torrenti regionali Idice e Quaderna, il reticolo dei canali di bonifica è sottoposto a portate idrauliche nettamente superiori a quello di competenza del Consorzio. 

 

Dopo l'allarme di ieri mattina su infiltrazioni nell'argine del Sesto Alto, con conseguente parziale evacuazione di S. Antonio di Medicina, la Bonifica Renana ha collocato delle paratie a monte della frazione per ridurre il rischio per l'abitato.

 

Ma permanendo il carico sui canali consortili Sesto Alto e Sesto Basso delle troppe acque che continuano ad uscire dalle rotte di Idice e Quaderna (gestiti dalla Regione) si era pensato ad un taglio arginale in questi canali, da riversare nella zona tra i canali e l'indice.

 

Da qui l'ordinanza di evacuazione per quella zona di Campotto che poteva avere conseguenze di allagamento. Ma finora l'argine del Sesto Alto a S. Antonio sta tenendo e non si è proceduto al taglio dei canali in territorio argentano.

 

Sono un centinaio i tecnici e gli operatori della Renana attivi nella bassa  24h su 24 dal 2 di maggio scorso. Tutti gli impianti idrovori, più le pompe mobili, sono attivi e hanno sollevato finora circa 80 milioni di mc di acqua proveniente dalle rotte o dai sormonti dei corsi d'acqua regionali. 

Risultato
  • 3
(440 valutazioni)